Quando lascio Fido da solo distrugge tutto, perché?

Lasci il tuo cane da solo per qualche ora e quando torni trovi tutto distrutto? Vediamo il perché di questo comportamento.

Quando lascio Fido da solo distrugge tutto, perché?
Quando lascio Fido da solo distrugge tutto, perché? Foto by Wikimedia Commons.

Certi comportamenti che nostri fidati amici a quattro zampe sono talmente dolci, carini e divertenti da spingerci a fare foto e video e a postarli sui social. Ed è sicuro che ricevono tanti like.

Ma è anche vero che ci sono momenti in cui i nostri cani purtroppo si comportano in un modo che ci crea casini.

Uno di questi casi è proprio quando per necessità, lavorative o meno, si deve uscire di casa senza poter portare con noi Fido e quando rincasiamo troviamo i cuscini del divano distrutti, i piedi del tavolo rosicchiati come se fosse passato un enorme topo gigante.

Ma perché il cane fa così? ti sta facendo un dispetto? Assolutamente no, allora vediamo insieme il perché di questi comportamenti.

Perché il mio cane distrugge le cose quando lo lascio solo?

Perché il mio cane distrugge le cose quando lo lascio solo?
Perché il mio cane distrugge le cose quando lo lascio solo? Foto by Flickr.

Il cane abbaia, scava e mordicchia perché è nel suo DNA farlo, sono comportamenti naturali. Non bisogna attribuirgli comportamenti che sono irreali.

Il tuo cane non sa che quella determinata azione è sbagliata fin quando non glielo insegni in maniera tale che lo capisca.

Se mordono i mobili quando lo lasci solo è perché sono stressati dall’essere lasciati soli e rosicchiare allevia quello stress.

Invece, per quanto riguarda il disordine, oggetti buttati ovunque, il cane non riesce a stare fermo e lo stress da separazione aumenta il bisogno di muoversi.

Ma allora perché quando tornate a casa e ha distrutto qualcosa il tuo cane ha l’aria colpevole e magari si nasconde anche?

Semplice, il cane ha già dimenticato di aver fatto danni, ma viene verso di te per farti la festa per essere tornato, e tu sei super arrabbiato urli, imprechi e in mezzo sente il suo nome.

Di conseguenza capisce che è meglio avere un atteggiamento calmo e sottomesso, può anche fare un po’ di pipì o togliersi proprio di torno.

La sfera emozionale del cane è più semplice della nostra, rancore e colpa non ne fanno parte. Ma gioia e paura sì.

Per risolvere questo problema rivolgetevi ad un esperto, un comportamentista, un educatore. In questo modo si riuscirà a trovare la fonte del problema e risolverlo.

Impostazioni privacy