L’incredibile storia di Kira, che torna a casa dopo sette anni da un altro Stato

Dopo tantissimi anni di difficoltà, la dolce Kira è riuscita finalmente a tornare a casa: la sua storia vi farà commuovere (e riflettere)

Ci sono alcune storie che sono destinate a rimanere per sempre nel cuore di chi le legge. Il caso di Kira, ad esempio, ha scosso moltissimi lettori in quanto è la dimostrazione che costanza e impegno possono riuscire a sconfiggere qualsiasi difficoltà. Vi raccontiamo di più di questa dolce cucciola scorrendo in basso…

amstaff torna a casa
L’incredibile storia di Kira, che torna a casa dopo sette anni da un altro Stato (news.cani.it)

Partiamo, innanzitutto, col presentarvela: Kira è un meraviglioso esemplare di amstaff originaria della Puglia. La sua storia ha iniziato a complicarsi nella notte tra il 15 e il 16 marzo 2016, quando il suo proprietario Andrea Corianò si accorse che era scomparsa.

La piccola, purtroppo, era stata portata via in una zona di campagna a San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi, lasciando un grandissimo vuoto. L’uomo sporse subito denuncia per la scomparsa di Kira, ma come spesso accade, non ebbe notizie e non restava altro che prendere atto del dolore.

Qualcosa, però, andò contro le aspettative e, per fortuna, si può parlare di un vero e proprio lieto fine

Kira è tornata a casa: ecco cosa ha dovuto sopportare

Qualcosa si è smosso in merito alla storia della cagnolina quando, nel cuore della Polonia, venne trovata una cagnolina abbandonata. Venne portata così in un canile del posto, ma gli addetti ebbero difficoltà ad identificare il microchip italiano. Da qui, poi, Kira fece un ulteriore viaggio

kira torna a casa
L’incredibile storia di Kira, che torna a casa dopo sette anni da un altro Stato (news.cani.it) Foto da Facebook

Dopo un po’ di tempo trascorso in Polonia, Kira viene data in adozione ad un uomo di Karlsuhe, in Germania. La situazione, però, continua a non stabilizzarsi per lei, in quanto il tedesco non riuscirà ad occuparsene e la porterà ancora una volta in un rifugio. Questo passaggio, però, risulterà fondamentale per la cagnolina.

Il suo caso, infatti, desterà attenzione nell’ all’associazione Arpat, che si occupa degli accertamenti sui microchip. Grazie alle loro ricerche nel database italiani, infatti, si arriva nuovamente ad Andrea Corianò che, al momento dell’identificazione, non ha mai avuto dubbi.

Dopo ben 7 anni e numerosi spostamenti, dunque, Kira è riuscita finalmente a tornare a casa e ritrovare il suo padrone originario.

Impostazioni privacy