Dopo 51 giorni in ostaggio i bambini rivedono il cane di famiglia: una gioia contagiosa

Dopo essere stati in ostaggio per 51 giorni, i bambini rivedono il loro cane di famiglia e la reazione diventa virale nei social media.

Famiglia incontra cane
Famiglia incontra cane (Instagram @jdforward) – News.cani.it

Il legame che unisce un bambino e un cane è qualcosa di speciale e unico. Un cane può insegnare tanto ad un bambino e, ad un certo punto, la sua presenza diventa indispensabile all’interno del nucleo famigliare. Molte sono le testimonianze a favore di questa tesi e l’ultima arriva proprio dalla zona di guerra della striscia di Gaza.

I bambini rivedono il cane dopo essere liberati: una reazione commovente

Dopo 51 giorni di prigionia a Gaza da parte di Hamas, i tre fratellini Brodetz, Yuval di 8 anni, Ofri di 10 anni e Uriah di 4 anni, sono stati rilasciati insieme alla madre Hagar. Sono stati rilasciati in territorio israeliano e hanno potuto riunirsi al resto della famiglia.

Cane felice di vedere bambini
Cane felice di vedere bambini (Instagram @jdforward) – News.cani.it

Ad attenderli non c’era solo il padre Avihai, anche un altro un membro attendeva con ansia il ritorno dei suoi piccoli amici, anzi più degli altri, il quale ogni giorno si struggeva per il loro ritorno. Si tratta del cane di famiglia Rodney. La riunione tra i bambini e il cane è stata davvero speciale.

A riprendere il dolce incontro è il personale del Centro medico pediatrico Schneider di Israele. A distanza di un mese e mezzo Rodney, Oriya, Yuval e Ofri hanno potuto riabbracciarsi di nuovo. Come si evince dalla clip sottostante, i bambini hanno sfoggiato i sorrisi più grandi che avessero mai fatto, scambiando anche baci e abbracci con il loro amato animale domestico.

Coccole per il cane
Coccole per il cane (Instagram @jdforward) – News.cani.it

In risposta, Rodney ha espresso la sua felicità camminando eccitato, scodinzolando ed esponendo la pancia per essere accarezzato. Un momento che tutti i membri della famiglia attendeva da troppo tempo e che finalmente si è avverato. La reunion è stata talmente emozionante che il video è andato virale su tutti social network, scatenando reazioni di qualunque tipo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Forward (@jdforward)

I tre fratellini sono stati rapiti insieme alla loro madre dalla loro casa nel Kibbutz Kfar Aza il 7 ottobre. Il padre, è diventato noto dopo essersi seduto fuori dalla base del Ministero della Difesa israeliano a Tel Aviv, con un cartello che recitava: “La mia famiglia è a Gaza“. Dopo una lunga attesa, è riuscito a riunire la sua famiglia e ora può ricominciare a vivere in pace.

Impostazioni privacy