Il cane si comporta come il gatto: perché accade?

Il cane cresce con il gatto e poi si comporta come lui? Accade per motivi ben precisi ed ecco cosa dicono gli esperti.

Cane e gatto si rotolano nell'erba
Cane e gatto si rotolano nell’erba (AdobeStock-Canva-News.Cani.it)

Molte persone non sanno decidere tra cane e gatto e, nel dubbio, prendono entrambi per crescerli insieme e farli andare d’accordo. Se sono entrambi cuccioli diventeranno amici inseparabili.

Tuttavia, a volte qualcuno racconta che il proprio cane si comporta come il gatto o viceversa. Si notano dei comportamenti di imitazione che non sono propri della specie, ma dell’altra.

Quanto c’è di vero in questo e come mai molte persone danno questa testimonianza? Vediamo qui di seguito nell’articolo l’opinione della scienza sull’argomento.

Il cane si comporta come il gatto: perché?

Non ci sarebbe nessun problema nel vedere un cane che imita un gatto o un gatto che imita i comportamenti del cane, soprattutto se questi due vivono insieme e stanno sempre insieme.

La scienza, però, ci tiene a spiegare le motivazioni di alcuni atteggiamenti, anche per comprendere meglio il mondo animale.

Cani e gatti sono due specie diverse, completamente diverse tra loro. Loro lo sanno? Secondo la scienza ne sono perfettamente consapevoli.

Bulldog francese
Bulldog francese (Pixabay-News.cani.it)

Infatti, un cane quando annusa gli altri suoi simili sa perfettamente che sono uguali a lui. Così come sa perfettamente che i gatti appartengono ad un’altra specie animale e su questo non ci sono dubbi.

Ma allora, perché il cane fa i bisogni nella lettiera oppure il gatto ci segue come un cagnolino? Questo avviene perché da piccoli hanno osservato la figura di riferimento che, in genere, dovrebbe essere la loro mamma.

Un cucciolo impara dalla mamma nelle prime settimane come comportarsi, quindi, cresce imitando i comportamenti della mamma. Un cane insegna i comportamenti del cane e un gatto fa lo stesso.

Se, però, accade che un cucciolo di cane cresce con una mamma gatta, ecco che il cane tende comunque ad imitare l’animale che ha vicino ed ecco come mai possono verificarsi dei comportamenti un po’ anomali.

I cani imitano di più dei gatti

Nonostante possano verificarsi entrambe le situazioni, è molto più probabile e diffuso il fatto che il cane apprende e imita dal gatto.

gattino grigio
Gattino grigio smarrito (Pixabay-News.Cani.it)

Perché accade più spesso? Secondo gli scienziati questo avviene per due motivi: il primo è che il gatto il periodo di socializzazione è più precoce, il secondo è che il cane nella sua natura tende a imitare chi ha vicino.

Ovviamente, questo riguarda il linguaggio del corpo. Quindi, un cane può fare i bisogni nella lettiera, può leccarsi come il gatto, magari può sentire l’esigenza di arrampicarsi come ha visto fare al suo amico.

Tutto questo, però, senza che il cane perda la sua identità. Lui sa benissimo di essere un cane e di essere una specie diversa dal gatto.

C’è anche da considerare che un gatto potrebbe voler imitare il cane perché vede qualche sorta di opportunità per poter guadagnare qualcosa. Sappiamo che i gatti sanno essere molto furbi in questo e negli anni di domesticazione hanno studiato gli esseri umani per adattarsi e sopravvivere.

Impostazioni privacy