Il narvalo: l’unicorno del mare

Il narvalo è una creatura affascinante che vivono nel Mare Artico. Viste le sue caratteristiche fisiche è chiamato “unicorno del mare”.

Narvalo
Il Narvalo. Foto by Wikimedia Commons.

Il narvalo, Monodon monoceros, è una un cetaceo di medie dimensioni che è meglio conosciuto per la sua lunga zanna a spirale.

I narvali sono creature uniche che si trovano nelle acque artiche intorno al Canada, la Groenlandia, e la Russia.

Sebbene possano essere relativamente sconosciuti a molte persone, per secoli in alcune culture le sue zanne sono state commercializzate a caro prezzo.

Le caratteristiche del narvalo

Il narvalo ha una testa arrotondata e un muso corto e smussato, crescono fino a essere lunghi in media circa 4 – 5 m (escluso il lungo dente). I narvali sono di colore grigio scuro o marrone da piccoli, quando diventano adulti diventano quasi bianchi. In genere sono bianco-grigiastri con macchie nerastre sul dorso. Il loro colore gli ha donato il nome che deriva dal norvegese narhval, ovvero “balena cadavere”.

Una delle caratteristiche più distintive del narvalo è la sua lunga zanna. La zanna è in realtà un dente allungato che può crescere fino a 2,4 – 2,7 m di lunghezza, questa cresce a spirale.

Solo i narvali maschi hanno zanne e a volte può capitare che alcuni individui sviluppino anche due zanne invece di una sola. Può succedere che anche alcune femmine sviluppino il dente così lungo.

Lo scopo della zanna è quello di stordire le prede, ma da recenti studi si pensa che sia usato come organo sensoriale per captare informazioni dall’ambiente.

I narvali sono creature sociali che vivono in gruppi piccoli, ma a volte arrivano anche a 50 individui. Sono carnivori e mangiano principalmente crostacei, molluschi cefalopodi e seppie. Visto che non sono provvisti di denti funzionale, i narvali prendono la preda solo con le forti mandibole e poi le ingoiano intere.

Ci sono alcuni animali come gli orsi polari o le orche che si cibano di narvali, ma anche gli esseri umani che vivono vicino al Mare Artico li catturano.

Il commercio della sua lunga zanna ha alimentato per tanto tempo la leggenda dell’unicorno. Non è difficili immaginare qualche furbo mercante vendere a caro prezzo la zanna di narvalo come corno di un magico unicorno!

Sebbene non siano ben noti a molte persone, grazie alle loro caratteristiche fisiche distintive e al loro comportamento interessante, i narvali continueranno sicuramente ad affascinare le persone per gli anni a venire.

 

Impostazioni privacy