Gatto beve dappertutto tranne che nella ciotola: quali sono i motivi

Il gatto ha l’abitudine di bere dappertutto tranne che nella sua apposita ciotola: i motivi che lo spingono a cercare l’acqua altrove sono diversi.

Gatto striato beve in un sottovaso nella natura
Gatto beve dal sottovaso (Pixabay Rambolin – News.cani.it)

Può succedere che il gatto preferisca bere da contenitori destinati a diverso utilizzo rispetto che nella sua ciotola. Se ti è capitato di notare il gatto che si disseta frequentemente altrove, rispetto alla sua ciotola di riferimento, ti starai sicuramente chiedendo il perché di questo suo bizzarro comportamento. In tal caso gli esperti sono qui per aiutarli a comprendere le ragioni che spingono il micio a dissetarsi in sottovasi o in pozzanghere e a scoprire quali sono gli espedienti utili per evitare che questo accada.

Quando il gatto beve dappertutto tranne che nella ciotola: i motivi principali

A volte una simile preferenza del gatto può non avere delle conseguenze preoccupanti per la sua salute. Specialmente se il micio è alla ricerca di una sorgente d’acqua che possa risultare più fresca rispetto a quella presente da molte ore nella sua ciotola. A tal proposito, per evitare che questo accada, nel caso in cui il gatto non cerchi una fontanella di acqua potabile ma una pozzanghera sul suolo, può essere sufficiente assicurarsi di cambiare frequentemente l’acqua nella ciotola del micio. In tal modo l’acqua al suo interno risulterà – dal suo punto di vista – sempre appetibile.

Gatto nero beve a occhi chiusi e perde delle gocce d'acqua
Gatto e gocce d’acqua (Pixabay ManWithoutFace – News.cani.it)

É importante sottolineare – innanzitutto – come tale abitudine: di cercare l’acqua altrove, rispetto che nella sua ciotola; non riguardi soltanto il gatto ma appartenga anche al fido.

Contaminazione

Gli esperti consigliano di fare molta attenzione all’utilizzo di alcuni detersivi o prodotti per la pulizia che possano dare al gatto la sensazione che la sua ciotola per l’acqua sia contaminata. Il gatto, come anche il fido infatti, non sopporta alcuni odori. Vi sarà successo – almeno una volta – di notare un gatto fuggire nel momento in cui ci spruzziamo il nostro profumo preferito. Ecco: è il primo segno che il micio non sopporta gli agenti chimici. E utilizzare un detersivo sbagliato per la sua ciotola potrebbe generare nel micio un forte senso di fastidio e repulsione, spingendolo a bere da altre fonti disponibili.

Un micio schizzinoso

Il gatto potrebbe essere “schizzinoso”. Ossia potrebbe infastidirsi dall’eventuale presenza di residui di cibo all’interno della ciotola per l’acqua. Il consiglio degli esperti è quello di mantenere una distanza di sicurezza tra le due ciotole per fare in modo che il gatto non vada a cercare altre fonti.

Altezza e altre motivazioni

Talvolta però il gatto potrebbe aver bisogno di una quantità d’acqua superiore rispetto al normale. Se il gatto mostra di avere una sete eccessiva è consigliabile confrontarsi con il proprio veterinario per assicurarsi che il micio sia in buona salute.

Gatto bianco beve da un tubo esterno all'abitazione
Gatto nel tubo (Pixabay AmberShadow – News.cani.it)

Un’altra accortezza riguarda l’altezza della ciotola del micio. Il gatto può avere difficoltà a bere agevolmente da una ciotola o un contenitore troppo alto. E allora mostrare di preferire un sottovaso o un altro recipiente che possa favorire il suo desiderio di dissetarsi completamente.

Impostazioni privacy